Archives for


L’ARTE È MOBILE, ITINERARIO ALLA SCOPERTA DI CITTÀ DI CASTELL

L’arte è mobile 2014
Sarà ancora il mobile in stile a portare sotto i riflettori Città di Castello con la quinta edizione de “L’arte è mobile”, che da venerdì 24 ottobre a domenica 26 diventa un itinerario di tutto quanto fa artigianato, arte e cultura in Alto Tevere. Luogo di elezione per eventi, mostre, laboratori, spettacoli, enogastronomia saranno ancora dimore storiche, palazzi monumentali e i musei del centro storico, riscoperti per l’occasione.

L’Arte è mobile 2014 è soprattutto mobile in stile e antiquariato con accostamenti sperimentali all’artigianato artistico ed in particolare la ceramica, grazie ad una collaborazione rinnovata tra Amministrazione comunale e Consorzio Smai.

Città di Castello offre, con la quinta edizione de L’arte è mobile un’occasione speciale per scoprire, accanto all’atmosfera rinascimentale delle dimore storiche, le caratteristiche del suo mobile in stile, eccellenza europea per design e tecniche di lavorazione.

Nei giorni de L’arte è mobile oltre ad un’ampia esposizione sulla produzione locale dei maestri artigiani, Città di Castello vi aspetta con laboratori di progettazione, mostre di arte applicata, ceramica d’autore, un calendario di eventi, dalla fotografia al design, alla musica o allo spettacolo, che hanno nel mobile il filo conduttore. Tra gli eventi collaterali intere ali dedicate a tutto quanto fa arredo, dal giardino alle strutture ricettive verdi e una speciale anteprima sulla 35° Mostra del Tartufo bianco in programma da venerdì 31 ottobre a domenica 2 novembre.

L’arte è mobile 2014

FIERE SAN FLORIDO

Viale Diaz e Viale Nazario Sauro

Le Fiere di San Florido, insieme a quelle di San Bartolomeo, hanno un’origine antichissima: queste ultime, dette  anche “floridiane”, si svolgevano in agosto e  comprendevano Palii, Giostre, Tornei e  giochi popolari, mentre quelle di San Florido avevano una connotazione  per lo più religiosa. Nel 1576 le Fiere di San Bartolomeo vengono spostate al mese di novembre nel giorno della festa di San Florido riducendo la durata da sei a tre giorni, ma  senza perdere  importanza e popolarità. Nel 1934, in concomitanza con le Fiere di San Florido, venne istituita una mostra del Mulo che nel 1969 si trasformerà in  Mostra Nazionale del Cavallo, iniziativa, che ancora oggi, è una delle più importanti del settore a livello nazionale.
Alle Fiere di San Florido, alla quale partecipano oltre trecento espositori,  vengono  presentati anche prodotti dell’artigianato e della gastronomia tipica del territorio; nei tre giorni di fiera, nei parcheggi di Viale Europa,  si tiene, inoltre, un’esposizione di mezzi e macchine per l’agricoltura.

TARTUFO BIANCO

image_galleryArriva la Mostra

Non è un caso che sia proprio l’Umbria ad ospitare da 35 anni uno degli appuntamenti di mercato più importanti e di riferimento nel panorama nazionale: la Mostra Mercato Nazionale del Tartufo Bianco di Città di Castello (Pg). Dal 30 ottobre al 2 novembre la bellissima cittadina umbra farà da cornice alla 35esima edizione di questo grande evento promosso dalla Comunità Montana Alta Umbria e dall’Amministrazione Comunale. Obiettivo principale quello di promuovere il tartufo e le eccellenze del territorio in una occasione unica. «E’ la forza della nostra città e del nostro territorio – spiega l’Assessore comunale alle politiche economiche, Enrico Carloni – quello di poter mettere in rete le eccellenze non solo agroalimentari come il tartufo, ma insieme l’arte, l’architettura e il paesaggio, tutto a disposizione delle migliaia di turisti che aspettiamo anche per questo ricco fine settimana di eventi».

Essenziali e al contempo prestigiosi, gli ingredienti della kermesse tifernate conosciuta ormai in tutto il mondo. A partire dal mercato del tartufo, vero cuore della manifestazione, che in Piazza Matteotti vedrà molti produttori proporre pezzature per tutti i gusti e tutte le tasche: se da un lato saranno gli operatori a fare affari con pezzi di pregio e di notevole dimensione, dall’altro saranno proposti tartufi accessibili anche in tempi di crisi. La sede della manifestazione è itinerante e coinvolgerà come al solito tutta la città. Sotto il Loggiato Gildoni lo spazio “Odori e sapori del territorio” offrirà menù tipici mentre in Piazza Gabriotti troveranno spazio gli espositori delle eccellenze nazionali nella tensostruttura dedicata ai Sapori d’Italia.

A fare da corollario alle aree espositive un ricco programma di animazione: dagli spettacoli di cucina condotti da Alex Revelli Sorini e Susanna Cutini dell’Accademia italiana di gastronomia storica insieme alle scuole alberghiere della città, ai corsi di cucina, fino ad arrivare a vere e proprie gare di abilità nel cucinare questo prezioso ingrediente.

Protagonisti anche olio e vino con la sesta edizione dei due saloni a loro dedicati e del IV° concorso enologico regionale categoria Igt. In concomitanza saranno aperte le iscrizioni per il concorso Olio di casa mia, riservato ai produttori hobbisti.

 

ALTROCIOCCOLATO

 

Altrocioccolato è una manifestazione culturale promossa dall’Associazione Umbria EquoSolidale, in collaborazione con CTM Altromercato, giunta quest’anno alla quattordicesima edizione.

Attraverso eventi e iniziative, Altrocioccolato favorisce la conoscenza dei vari progetti di importazione del Comes, creando le condizioni per un suo sviluppo e allargamento e  offrendo la possibilità ai produttori del Sud del Mondo di presentare i propri prodotti, i propri problemi, i propri progetti, il proprio lavoro.

Vengono presentati al pubblico realtà socio-economiche che stanno sviluppando progetti alternativi di produzione, dall’agricoltura biologica alla finanza etica, dal risparmio energetico alle fonti energetiche rinnovabili, sensibilizzando così l’opinione pubblica ed i consumatori sulle possibili alternative ai normali stili di vita e di consumo.

Altrocioccolato nasce nel 2001 e vive i suoi primi anni nella capitale umbra, Perugia.

Dal 2004 al 2009, a seguito di una lettera inviata da padre Zanotelli al Sindaco di Perugia la manifestazione si è svolta nella città di Gubbio, grazie al pieno sostegno fornito dall’Amministrazione Comunale, che ne ha condiviso ragioni e merito.

Nel 2010 Altrocioccolato si sposta a Castiglione del Lago, con l’intento di portare su un territorio dove non erano presenti botteghe del mondo un’attrattiva capace di contaminare il territorio.AC-2014_A4-web

TIFERNO COMICS

top5

Domenica 28 settembre 2014, alle ore 10, a Città di Castello, pressoPalazzo Vitelli a Sant’Egidio, aprirà al pubblico la mostra Tiferno Comics 2014, Fumetto e Arte – 12a Mostra Nazionale dal titolo “Sorella Marilyn”.

Sarà possibile visitarla fino al 9 novembre 2014 nei seguenti orari:
dal mercoledì alla domenica 10 -12.30 / 15.30 – 19
Ingresso € 5,00 – gratuito fino a 14 anni.

La mostra è a cura dell’Associazione Amici del Fumetto di Città di Castello.

La presentazione alla Stampa, agli Enti e agli Sponsor si terrà sabato 27 settembre,  ore 16.30, presso l’Auditorium di Sant’Antonio (Piazza Gioberti); dopo la cerimonia di inaugurazione, si proseguirà per Palazzo Vitelli a Sant’Egidio per visitare l’esposizione “Sorella Marilyn”.

La mostra, con opere ispirate a Marilyn Monroe, ad oltre 50 anni dalla morte, celebra il mito con opere pittoriche, fotografiche, cinematografiche, poetiche e, in particolare con il fumetto.

Sono circa 120 le opere esposte, più 4 storie a fumetti con circa 60 tavole dei seguenti artisti: Fabiano Ambu, Roberto Baldazzini, Severino Baraldi, Giancarlo Berardi, Sergio Bonelli, Enrique Breccia, Bros, Guido Buzzelli, Silvano Nano Campeggi, Renato Casaro, Giovanna Casotto, Sergio Cavallerin, Giorgio Cavazzano, Mauro Cicarè, Gianluigi Colin, Guido Crepax, Roberto De Angelis, Edgardo Dell’Acqua, Gianni De Luca, Aldo Di Gennaro, Pablo Echaurren, Paolo Garretto, Vittorio Giardino, Angela e Luciana Giussani, Giuliano Grittini, Carlo Jacono, Marco Lodola, Milo Manara, Alda Merini, Ivo Milazzo, Ugo Nespolo, Lucio Parrillo, Pier Paolo Pasolini, Andrea Pazienza, Federico Penco, Anna Pennati, Arturo Picca, Claudio Piccoli, Ferenc Pinter, Hugo Pratt, Nicolò Rossetto, Mimmo Rotella, Sergio Sarri Sesar, Sam Shaw, Marco Soldi, Gianpaolo Tomassetti, Sergio Toppi, Andy Warhol.

A proposito della scelta di una icona come l’attrice americana, per la mostra di Tiferno Comics, Vincenzo Mollica, “amico storico” dell’Associazione Amici del Fumetto di Città di Castello che organizza la manifestazione, dichiara:

“Ancora Marilyn, sempre Marilyn! Nessuna attrice ha saputo creare un rapporto di così grande vicinanza con il pubblico come lei; nessuna ha saputo regalare come lei illusione e verità con la sua vita e la sua arte volate via troppo in fretta; nessuna come lei è sbocciata e mai sfiorita; nessuna come lei ha dato vita ad una bellezza eloquente e insieme misteriosa che non conosce la parola fine; nessuna come lei ha fatto della sua vita uno dei romanzi più intensi del novecento; nessuna come lei si è buttata nel mare della vita senza salvagente, navigando smarrita senza bussola la gioia e il dolore; nessuna come lei ha avuto un’immensa bellezza che prendeva la forma e l’anima della sua immensa fragilità; nessuna come lei da quando è apparsa su questa terra ha mai smesso di essere musa, fonte limpida di immaginazione, che si fa poesia, pittura, fumetto, illustrazione, fotografia, canzone, romanzo, favola, vita… cinema; nessuna come lei per Pasolini è stata sorella e per Alda Merini luce; nessuna come lei per tutti noi è stata un bel vento che soffia ancora”.

La mostra è con il patrocinio e la collaborazione di: Regione Umbria, Provincia di Perugia, Comune di Città di Castello, Camera di Commercio di Perugia, Gruppo Azione Locale Alta Umbria, Fondazione Cassa di Risparmio di Città di Castello, Associazione Palazzo Vitelli a Sant’Egidio, Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia.

Con il sostegno di Eni, Aboca, Cepu Arte, Casse di Risparmio dell’Umbria, Grifa SpA Cartotecnica.

Sponsor: Bacchi, Ranieri, Famila, Toro Assicurazione, Star Shop, Renzini, Banca di Anghiari e Stia, Faza,  Wtp, Macdonald, Banca di Mantignana, Sogepu, Cavallotti, Litocolor, Lucciola, Fonti, Fat, Clm, Ilce, Tandem, Boninsegni, Tela Umbra, Vandini, Salpa, Axa, Scuola Operaia Bufalini.

A CITTA’ DI CASTELLO, OLTRE LA MOSTRA “SORELLA MARILYN”, TIFERNO COMICS 2014 PROPONE:

sabato 27 settembreore 18, nello spazio antistante Palazzo Vitelli a Sant’Egidio, prima della visita inaugurale alla mostra “Sorella Marilyn”, Performance in diretta del writer Bros, al secolo Daniele Nicolosi;

domenica 28 settembreore 18, a Palazzo Vitelli a Sant’Egidio“Intervista a Marilyn Monroe” di Mario Fratti,“Faccia a faccia improbabili tra morti e viventi” con Mario Fratti Chiara Colizzi nella parte di Marilyn;

venerdì 17 ottobreore 17, pressola Sala del camino di Palazzo Vitelli a Sant’Egidiotavola rotonda dal titolo “Fumetto e Arte” con Giulio Giorello (docente di Filosofia della scienza e giornalista), Chiara Maffioletti (giornalista del Corriere della Sera), Gianni Brunoro (giornalista, saggista, storico del fumetto),Fabio Civitelli (disegnatore).

Tale iniziativa è in collaborazione con l’Associazione Palazzo Vitelli a Sant’Egidio;

sabato 18 ottobre, alle ore 17, presso il Museo della Tela Umbra (Palazzo Bourbon del Monte, Via S. Antonio), si terrà l’inaugurazione della mostra “Un drago a forma di nuvola” di Ettore Scola, con le tavole originali di Ivo Milazzo.

L’esposizione sarà visitabile fino al 9 novembre

orari di visita: dal martedì al sabato, 10-12 e 15.30–18 * domenica, 10.30-13 e 15-18.30

L’inaugurazione della mostra sarà anche l’occasione per conferire ad Ivo Milazzo, disegnatore di Ken Parker,il Premio alla Carriera di Tiferno Comics 2014;

sabato 18 e domenica 19 ottobre, si terrà anche la 12a MOSTRA MERCATO DEL FUMETTO, l’ingresso è gratuito, l’orario è 9 – 19.

Sotto il Loggiato Bufalini e in Piazza Matteotti, su una superficie di oltre 1.000 mq. si potranno vendere, comperare e scambiare fumetti d’autore e manga.

Domenica 19 ottobre, inPiazza Gildoni, si terrà la 3a edizione dei Cosplay e in Piazza Fanti, appuntamento per i Giochi di ruolo;

dal 14 al 16 novembre, corsi di fumetto manga, in collaborazione con la Lucca Manga School. Si terranno presso il Museo della Tela Umbra (Palazzo Bourbon del Monte, Via S. Antonio). Si può partecipare o al “corso base” o il “corso a tema”: per iscrizioni, il telefono è 349 3632033,http://www.luccamangaschool.com/eventi/evento/scuola-manga-corsi-citta-castello/

 

*****

 

L’Associazione Amici del Fumetto di Città di Castello, guidata dal Dott. Gianfranco Bellini, e la sua Mostra “Tiferno Comics” nascono dalla volontà di un piccolo gruppo di amici di appassionati del genere che nel lontano 2003 decisero di fare una mostra in omaggio del concittadino Fernando Fusco, storico disegnatore di Tex.

La buona riuscita di quella prima mostra accese il desiderio e la voglia di proseguire sulla strada intrapresa, riuscendo così, nel corso dei dodici anni di manifestazione, a portare grandi nomi a Città di Castello.

Primo fra tutti, Vincenzo Mollica; e poi, tutto quel susseguirsi di personaggi ed illustratori da Pratt a Manara, da Giardino a Cavazzano, Andrea Pazienza, passando per i principali comics italiani come Diabolik, Dylan Dog, Jacovitti, per arrivare a Lupo Alberto.

Le mostre sono sempre state delle vere e proprie antologie di ogni personaggio o illustratore, uniche in Italia, con pezzi rari, unici, originali.

“Tiferno Comics”, negli anni, è molto cresciuta ed è diventata un punto di riferimento del genere in Italia ed uno dei “grandi eventi” di Città di Castello.

top3

*****

 

Tiferno Comics 2014,a cura dell’Associazione Amici del Fumetto di Città di Castello

Mostra del Cavallo

Un sabato da incorniciare e una domenica davvero promettentissima alla 48^Mostra Nazionale del Cavallo di Città di Castello,meta di un flusso di visitatori assolutamente straordinario, soprattutto di tantissimi bambini che sono tornati protagonisti nell’area della Fattoria Autonoma Tabacchi di Cerbara. La giornata di sabato si è chiusa con un bilancio degli ingressi nettamente superiore all’anno scorso e la giornata conclusiva di si è aperta con le code di visitatori all’ingresso.

Il primo Salone Nazionale del Turismo Equestre, con l’inedita vetrina ai soggiorni a cavallo in giro per l’Italia, e il Salone delle Attrezzature e della Promozione Ippica, con il meglio della produzione tecnica di settore, sono risultati davvero attraenti per il pubblico. Irresistibile anche il battesimo della sella dell’Asi Sport Equestri, che ha visto circa 200 bambini vivere l’esperienza del primo incontro con il cavallo.

Dove la Mostra ha dato un segnale straordinario, anche a livello visivo, è stato nel Gran Galà “Night of the Stars” di sabato, che ha fatto registrare il tutto esaurito, con tutti i 2 mila posti a sedere riempiti da un pubblico entusiasta e trepidante. Bartolo Messina, l’artista equestre più acclamato del momento a livello internazionale per i numeri con il cavallo in libertà e, dunque, decisamente abituato alle grandi ribalte, ha raccontato a caldo di aver avuto i brividi nell’esibirsi in un’arena così gremita e calda, che sottolineava con boati e scroscianti applausi gli straordinari numeri dello spettacolo realizzato con la supervisione del presidente della Mostra Fausto Bizzirri, i testi e la voce narrante di un eccezionale Nico Belloni.

Davvero contagiosa la partecipazione con cui gli spettatori hanno seguito i 16 numeri dello show, sospinta dalle esibizioni che hanno alternato acrobazie spericolate, a momenti di pura arte, anche grazie al contributo
del Danzificio L’Officina della Danza di Sansepolcro, con l’unicità della presenza contemporanea di tre detentori del Guinness World RecordAlessandro Conte, primatista per numero di volteggi terra-cavallo,Charlie, il cavallo più piccolo al mondo, e Doc, lo stallone capace di percorrere la maggiore distanza sugli arti posteriori. Angelo Beretta, pluricampione italiano in monta vaquera, Gregory Ancelotti, gli Aragonas, i cavalli Maremmani e il Reggimento dei Lancieri di Montebello, guidato dal capitano Paolo Mezzanotte, sono stati straordinari interpreti di uno show che ha lasciato realmente l’impressione di una pagina speciale scritta dalla Mostra del Cavallo nella sua lunga storia.

Tra le premiazioni che hanno caratterizzato il programma, una in particolare è stata toccante e significativa, quella del memorial dedicato a Fabrizio Bertini, promosso dall’Anica nell’ambito del Campionato Nazionale del cavallo Purosangue Arabo per ricordare l’allevatore scomparso l’anno scorso alla Mostra mentre si esibiva in campo.

Fratta dell’800, il programma di venerdì 12 settembr

La serata sarà animata da canti popolari, balletti, giocoleria di fuoco e numeri circensi

Balli popolari, canti del folklore umbro, improvvisazioni artistiche, numeri circensi e piatti tipici della tradizione culinaria contadina. Sono questi gli ingredienti della serata di venerdì 12 settembre della Fratta dell’800. Il programma prevede in piazza Matteotti, a partire dalle ore 18 il tradizionale appuntamento con il Festival dei burattini a cura dell’associazione culturale “Il Gufo” mentre alle ore 21,15 la festa si accende con i canti del folklore umbro della Nuova brigata pretolana seguiti, alle ore 22,30, dall’atteso balletto delle eroiche donne garibaldine. Piazza XXV Aprile sarà come sempre la sede del Circo arena dei Fratelli Pettè, a cura del “Circolistico di Senigallia”, con spettacoli continuati dalle ore 21 alle ore 23 mentre in piazza delle Erbe il Caffè degli Artisti proporrà spettacoli a cura della “Saverio Saloppa produzioni” e interventi artistici “improvvisati” dell’Accademia dei Riuniti e dell’associazione culturale “Il Gufo”. Attrazione della serata sarà la giocoleria di fuoco mentre la scuola di danza Oplas sarà l’ospite d’onore con il balletto “Parfum d’absinthe” che prende il nome dall’assenzio, il liquore tipico dell’Ottocento tanto amato dagli artisti del caffè. Anche in piazza del Mercato la danza la farà da padrona con il balletto “La fille mal gardè” proposto dal Centro Studi Danza alle ore 21,15 e in replica alle ore 22,30. Al Museo Santa Croce sarà inoltre possibile ammirare la mostra “Frammenti” di Paolo Mirmina che interpreta la Fratta di fine ‘800. Infine, come sempre, le taverne ed osterie

FRATTA FINE 800

umbertide

Ogni anno, a settembre, la città di Umbertide fa un salto nel passato per tornare nel XIX secolo. Usi, costumi, tradizioni, arte culinaria,  politica e cultura del tempo, rivivono nelle “Feste di settembre di fine Ottocento” (quest’anno dal 9 al 12 di Settembre). E, per l’occasione, Umbertide si rifà il look. E cambia anche nome, ritornando all’antica denominazione di Fratta.
La “Fratta dell’Ottocento” vuole ricordare il modo di vivere dell´epoca rifacendosi ad una documentazione storica precisa. Pur lasciando spazio alla parte spettacolare, infatti, le ricostruzioni storiche sono quanto mai attendibili, salvo forse qualche concessione alla mondanità con gli stupendi costumi degli oltre 200 figuranti.

Per Umbertide la fine dell’800 ha significato una forte scossa sociale, culturale e politica. Questo perché, soggiogati per anni dalla dominazione del Governo Pontificio e passati al Regno d’Italia, gli abitanti di Umbertide (che prese questo nome a partire dal 1863) prendevano per la prima volta coscienza dei cambiamenti in atto in tutto il mondo. Umbertide cercò dunque di mettersi al passo coi tempi: la Fratta dell’Ottocento propone dunque uno spaccato di quel territorio quando, pur essendo ancora attraversato dalle truppe delle formazioni risorgimentali, si cominciava ad avvertire maggiore vivacità specialmente nelle forme di cultura popolare, libere ora dai vincoli e le censure del Governo Pontificio.

E infatti il programma della festa propone numerosi appuntamenti con musiche da opere e operette, spettacoli teatrali, letture di poesie e brani di prosa degli autori del secolo, spettacoli di burattini, conferenze e ricostruzioni di battaglie risorgimentali.
Ma un posto d’eccellenza ha la cucina del tempo, che viene riproposta nelle 14 taverne del centro storico di Umbertide. Ricette rigorosamente autentiche rivivono nei giorni della festa, che diventa dunque anche un’occasione, soprattutto per i più giovani, per riscoprire gli antichi sapori frattegiani. Un itinerario gastronomico vi condurrà per taverne, locande e osterie che, nell’800, erano punto di incontro per i forestieri di passaggio per la Fratta ma, soprattutto, per la gente del luogo.
Tra musiche, sapori, balli, giochi, botteghe, garzoni, briganti e massaie, la grande rievocazione della Fratta vi porterà indietro nel tempo facendovi rivivere per qualche istante l’atmosfera dell’Ottocento umbertidese.estensi17

XIV° MOSTRA DEL LIBRO ANTICO

images download

Palazzo Bufalini, loggiato Gildoni 5- 6 – 7 Settembre

La Mostra Mercato Nazionale del Libro Antico e della Stampa Antica si svolge a Città di Castello (Pg) e giunge con il 2014 alla sua XIV edizione.

Oltre 40 operatori italiani ed esteri (librerie antiquarie e venditori di stampe e cartografia), alcuni dei quali leader di settore a livello internazionale, proporranno rarità bibliografiche originali come manoscritti miniati, incunaboli, cinquecentine,libri di varie epoche rari e di pregio, fotografie, incisioni,litografie, cartografia, stampe decorative e quant’altro inerente la bibliofilia ed il collezionismo.

La sede, di grande prestigio, è il Loggiato Gildoni, ex Logge di Palazzo Bufalini, al centro della città, verranno allestiti 35 stand di ampia superficie e tali da consentire una esposizione delle proposte affascinante ed ordinata.

Il Comune di Città di Castello, attraverso L’Associazione di Palazzo Vitelli a Sant’Egidio, organizza e gestisce l’evento per sottolineare la sua grande tradizione nel campo grafico-cartotecnico ed editoriale. Nel territorio infatti  sono presenti un Istituto di istruzione Superiore Arti Grafiche e 150 Aziende con oltre mille dipendenti in grado di soddisfare qualsiasi esigenza di settore, dalla progettazione alla realizzazione del prodotto finito.

La manifestazione a sottolineare la sua importanza è sempre sostenuta da adeguata comunicazione media nei siti specializzati e culturali a diffusione nazionale.

mostra_libro-antico66

 

 

MOSTRA DEL CAVALLO

 

GRA-172.16.2.252-6-8-2009-9-36-52-480-3351234salto

Con il suo 48esimo traguardo la Mostra Nazionale del Cavallo di Città di Castello rinforza il suo ruolo di manifestazione di riferimento nel panorama equestre nazionale.  Lo confermano il palinsesto e i numeri di un’edizione che si preannuncia di particolare interesse sotto tutti i profili resa possibile anche grazie alla collaborazione delle Istituzioni locali – Regione Umbria, Provincia di Perugia, Comune di Città di Castello, Comunità Montana Alta Umbria, Camera di Commercio di Perugia, della Cassa di Risparmio di Città di Castello SpA e delle Fondazioni Cassa di Risparmio di Città di Castello e Cassa di Risparmio di Perugia – degli Enti delle Federazioni e Associazioni legate al cavallo (ASSI, FITETREC-ANTE, FISE) e anche di Aziende e Marchi di rilievo e attività commerciali che hanno riconosciuto nella Mostra Nazionale del Cavallo di Città di Castello una valida opportunità di visibilità per i propri prodotti e attività.  Molte le novità di quest’anno, a partire da un’anteprima che la Mostra Nazionale del Cavallo avrà nella serata di giovedì 13 settembre con una sfilata di amazzoni, cavalieri e cavalli nel centro storico di Città di Castello, iniziativa questa, realizzata anche grazie al Comune e alla Confcommercio di Città di Castello.  E poi ancora la significativa partnership siglata con Fiera cavalli di Verona, di cui la kermesse altotiberina è seconda in Italia, che porterà a Città di Castello l’ultima tappa, prima della finale di Verona, di ‘Talenti & Cavalli’ un vero e proprio talent show dedicato a tutti gli amanti degli spettacoli equestri e a tutti coloro che sognano la ribalta insieme al proprio cavallo. ‘Talenti & Cavalli’ sarà uno dei momenti clou del Gran Galà serale, insieme alle incredibili evoluzioni dei fratelli Giona e del loro ‘Giona Show’.  Ovviamente i cavalli la faranno come sempre da padrone, con gare, esibizioni e rassegne, tutte di valenza nazionale. Due i campionati nazionali: quello ECAHO – ANICA del Purosangue Arabo e quello di Monta da Lavoro. Il primo sarà organizzato dall’ANICA e il secondo dalla FITETREC-ANTE che avranno però in programma anche altre iniziative di rilievo.  Spazio anche per le tappe del Circuito ASSI di Morfologia e Salto in Libertà, per le rassegne organizzate dall’ARA di Perugia e, per la monta spagnola, con i cavalli iberici e minorchini che verranno presentati in tutta la loro versatilità.  E ancora, esibizioni dei Butteri delle Due Maremme (toscana e laziale) gare di attacchi con carrozze d’epoca e moderne, un’esposizione di selle e finimenti antichi, il Pony Children’s Corner e il Laboratorio Bambini, spazi dedicato interamente ai giovanissimi, convegni, work shop eun incontro pubblico conAceto, il famoso fantino vincitore per ben 14 volte del Palio di Siena.  Da non perdere anche una mostra fotografica curata da Tiziano Bedonni e dal Comitato Regionale FISE Umbria sulle origini, i fondamenti tecnici, le radici storiche del moderno salto ostacoli nelle foto d’epoca dei grandi campioni italiani del salto ostacoli dal 1898 al 1938.  Infine i saloni delle attrezzature e della promozione ippica ricchi sempre di novità e la conferma diE’QuiUmbria, una finestra sulle eccellenze della regione, siano esse artigianali, storiche e artistiche, o enogastronomiche e alimentari nella sezione denominata ÈquiGusto, allestita anche in collaborazione con il Consorzio Valtiberina Produce. Entrambe le iniziative confermano e rafforzano ilruolo della Mostra come strumento di promozione del territorio regionale e vengono organizzate grazie a uno specifico finanziamento regionale nell’ambito del Programma di Sviluppo Rurale.