Archives for ottobre2014


L’ARTE È MOBILE, ITINERARIO ALLA SCOPERTA DI CITTÀ DI CASTELL

L’arte è mobile 2014
Sarà ancora il mobile in stile a portare sotto i riflettori Città di Castello con la quinta edizione de “L’arte è mobile”, che da venerdì 24 ottobre a domenica 26 diventa un itinerario di tutto quanto fa artigianato, arte e cultura in Alto Tevere. Luogo di elezione per eventi, mostre, laboratori, spettacoli, enogastronomia saranno ancora dimore storiche, palazzi monumentali e i musei del centro storico, riscoperti per l’occasione.

L’Arte è mobile 2014 è soprattutto mobile in stile e antiquariato con accostamenti sperimentali all’artigianato artistico ed in particolare la ceramica, grazie ad una collaborazione rinnovata tra Amministrazione comunale e Consorzio Smai.

Città di Castello offre, con la quinta edizione de L’arte è mobile un’occasione speciale per scoprire, accanto all’atmosfera rinascimentale delle dimore storiche, le caratteristiche del suo mobile in stile, eccellenza europea per design e tecniche di lavorazione.

Nei giorni de L’arte è mobile oltre ad un’ampia esposizione sulla produzione locale dei maestri artigiani, Città di Castello vi aspetta con laboratori di progettazione, mostre di arte applicata, ceramica d’autore, un calendario di eventi, dalla fotografia al design, alla musica o allo spettacolo, che hanno nel mobile il filo conduttore. Tra gli eventi collaterali intere ali dedicate a tutto quanto fa arredo, dal giardino alle strutture ricettive verdi e una speciale anteprima sulla 35° Mostra del Tartufo bianco in programma da venerdì 31 ottobre a domenica 2 novembre.

L’arte è mobile 2014

FIERE SAN FLORIDO

Viale Diaz e Viale Nazario Sauro

Le Fiere di San Florido, insieme a quelle di San Bartolomeo, hanno un’origine antichissima: queste ultime, dette  anche “floridiane”, si svolgevano in agosto e  comprendevano Palii, Giostre, Tornei e  giochi popolari, mentre quelle di San Florido avevano una connotazione  per lo più religiosa. Nel 1576 le Fiere di San Bartolomeo vengono spostate al mese di novembre nel giorno della festa di San Florido riducendo la durata da sei a tre giorni, ma  senza perdere  importanza e popolarità. Nel 1934, in concomitanza con le Fiere di San Florido, venne istituita una mostra del Mulo che nel 1969 si trasformerà in  Mostra Nazionale del Cavallo, iniziativa, che ancora oggi, è una delle più importanti del settore a livello nazionale.
Alle Fiere di San Florido, alla quale partecipano oltre trecento espositori,  vengono  presentati anche prodotti dell’artigianato e della gastronomia tipica del territorio; nei tre giorni di fiera, nei parcheggi di Viale Europa,  si tiene, inoltre, un’esposizione di mezzi e macchine per l’agricoltura.

TARTUFO BIANCO

image_galleryArriva la Mostra

Non è un caso che sia proprio l’Umbria ad ospitare da 35 anni uno degli appuntamenti di mercato più importanti e di riferimento nel panorama nazionale: la Mostra Mercato Nazionale del Tartufo Bianco di Città di Castello (Pg). Dal 30 ottobre al 2 novembre la bellissima cittadina umbra farà da cornice alla 35esima edizione di questo grande evento promosso dalla Comunità Montana Alta Umbria e dall’Amministrazione Comunale. Obiettivo principale quello di promuovere il tartufo e le eccellenze del territorio in una occasione unica. «E’ la forza della nostra città e del nostro territorio – spiega l’Assessore comunale alle politiche economiche, Enrico Carloni – quello di poter mettere in rete le eccellenze non solo agroalimentari come il tartufo, ma insieme l’arte, l’architettura e il paesaggio, tutto a disposizione delle migliaia di turisti che aspettiamo anche per questo ricco fine settimana di eventi».

Essenziali e al contempo prestigiosi, gli ingredienti della kermesse tifernate conosciuta ormai in tutto il mondo. A partire dal mercato del tartufo, vero cuore della manifestazione, che in Piazza Matteotti vedrà molti produttori proporre pezzature per tutti i gusti e tutte le tasche: se da un lato saranno gli operatori a fare affari con pezzi di pregio e di notevole dimensione, dall’altro saranno proposti tartufi accessibili anche in tempi di crisi. La sede della manifestazione è itinerante e coinvolgerà come al solito tutta la città. Sotto il Loggiato Gildoni lo spazio “Odori e sapori del territorio” offrirà menù tipici mentre in Piazza Gabriotti troveranno spazio gli espositori delle eccellenze nazionali nella tensostruttura dedicata ai Sapori d’Italia.

A fare da corollario alle aree espositive un ricco programma di animazione: dagli spettacoli di cucina condotti da Alex Revelli Sorini e Susanna Cutini dell’Accademia italiana di gastronomia storica insieme alle scuole alberghiere della città, ai corsi di cucina, fino ad arrivare a vere e proprie gare di abilità nel cucinare questo prezioso ingrediente.

Protagonisti anche olio e vino con la sesta edizione dei due saloni a loro dedicati e del IV° concorso enologico regionale categoria Igt. In concomitanza saranno aperte le iscrizioni per il concorso Olio di casa mia, riservato ai produttori hobbisti.

 

ALTROCIOCCOLATO

 

Altrocioccolato è una manifestazione culturale promossa dall’Associazione Umbria EquoSolidale, in collaborazione con CTM Altromercato, giunta quest’anno alla quattordicesima edizione.

Attraverso eventi e iniziative, Altrocioccolato favorisce la conoscenza dei vari progetti di importazione del Comes, creando le condizioni per un suo sviluppo e allargamento e  offrendo la possibilità ai produttori del Sud del Mondo di presentare i propri prodotti, i propri problemi, i propri progetti, il proprio lavoro.

Vengono presentati al pubblico realtà socio-economiche che stanno sviluppando progetti alternativi di produzione, dall’agricoltura biologica alla finanza etica, dal risparmio energetico alle fonti energetiche rinnovabili, sensibilizzando così l’opinione pubblica ed i consumatori sulle possibili alternative ai normali stili di vita e di consumo.

Altrocioccolato nasce nel 2001 e vive i suoi primi anni nella capitale umbra, Perugia.

Dal 2004 al 2009, a seguito di una lettera inviata da padre Zanotelli al Sindaco di Perugia la manifestazione si è svolta nella città di Gubbio, grazie al pieno sostegno fornito dall’Amministrazione Comunale, che ne ha condiviso ragioni e merito.

Nel 2010 Altrocioccolato si sposta a Castiglione del Lago, con l’intento di portare su un territorio dove non erano presenti botteghe del mondo un’attrattiva capace di contaminare il territorio.AC-2014_A4-web