TARTUFO BIANCO


image_galleryArriva la Mostra

Non è un caso che sia proprio l’Umbria ad ospitare da 35 anni uno degli appuntamenti di mercato più importanti e di riferimento nel panorama nazionale: la Mostra Mercato Nazionale del Tartufo Bianco di Città di Castello (Pg). Dal 30 ottobre al 2 novembre la bellissima cittadina umbra farà da cornice alla 35esima edizione di questo grande evento promosso dalla Comunità Montana Alta Umbria e dall’Amministrazione Comunale. Obiettivo principale quello di promuovere il tartufo e le eccellenze del territorio in una occasione unica. «E’ la forza della nostra città e del nostro territorio – spiega l’Assessore comunale alle politiche economiche, Enrico Carloni – quello di poter mettere in rete le eccellenze non solo agroalimentari come il tartufo, ma insieme l’arte, l’architettura e il paesaggio, tutto a disposizione delle migliaia di turisti che aspettiamo anche per questo ricco fine settimana di eventi».

Essenziali e al contempo prestigiosi, gli ingredienti della kermesse tifernate conosciuta ormai in tutto il mondo. A partire dal mercato del tartufo, vero cuore della manifestazione, che in Piazza Matteotti vedrà molti produttori proporre pezzature per tutti i gusti e tutte le tasche: se da un lato saranno gli operatori a fare affari con pezzi di pregio e di notevole dimensione, dall’altro saranno proposti tartufi accessibili anche in tempi di crisi. La sede della manifestazione è itinerante e coinvolgerà come al solito tutta la città. Sotto il Loggiato Gildoni lo spazio “Odori e sapori del territorio” offrirà menù tipici mentre in Piazza Gabriotti troveranno spazio gli espositori delle eccellenze nazionali nella tensostruttura dedicata ai Sapori d’Italia.

A fare da corollario alle aree espositive un ricco programma di animazione: dagli spettacoli di cucina condotti da Alex Revelli Sorini e Susanna Cutini dell’Accademia italiana di gastronomia storica insieme alle scuole alberghiere della città, ai corsi di cucina, fino ad arrivare a vere e proprie gare di abilità nel cucinare questo prezioso ingrediente.

Protagonisti anche olio e vino con la sesta edizione dei due saloni a loro dedicati e del IV° concorso enologico regionale categoria Igt. In concomitanza saranno aperte le iscrizioni per il concorso Olio di casa mia, riservato ai produttori hobbisti.

 

Comments are closed.