Civitella Ranieri


Civitella Ranieri - Umbertide

Civitella Ranieri – Umbertide

Civitella Ranieri è un Castello del XV SEC. a pochi passi da Umbertide. Esattamente è situato in una posizione panoramica sulla valle dell’Assino , nei pressi della strada Gubbio-Umbertide in posizione strategica per la vicinanza con Perugia,Gubbio, e Città di Castello. L’ attuale castello di Civitella Ranieri sorge nel luogo di un primitivo insediamento militare, vicino alle abbazie di Camporeggiano e San Salvatore, il luogo prende il nome dalla cittadella che Umberto, il figlio di Raniero, fratello del duca Guglielmo di Monferrato, fece costruire in quel luogo nel 1078.Tutt’oggi il castello appartiene ai nobili Signori Ranieri . La facciata principale del complesso è dominata dalle due torri rotonde,con archi aggettanti  che si ripetono sulla facciata, tutta percorsa da beccatelli slanciati, nel cui interno si trovano le finestre che nascondono all’interno un camminamento, un tempo finalizzato alla ronda di guardia.
Nel lato nordorientale si trova invece il maschio quadrato.
Retrostante il volume del castello si trova la corte interna alla quale si accede attraverso tre porte collocate sulla parte posteriore dell’edificio, quella centrale  arricchita da una scala a ventaglio e da un arco a bugne d’arenaria.
Gli edifici che si affacciano sugli altri lati del cortile  formano pressoché un unico corpo a C e sono il risultato di aggiunte successive, così come anche la Chiesa settecentesca collocata sull’angolo nordoccidentale. Il complesso  è tutto circondato da mura che permettono l’accesso interno attraverso due porte una a Sud ed una a Nord,quest’ultima è la più antica con i resti di un ponte levatoio. Il parco circonda  quasi completamente la civitella, partendo dal lato meridionale (dove forse un tempo era posto anche un altro giardino), fino alla zona più estesa a Nord nella quale si sviluppa un bosco fittissimo. Percorrendo il viale rettilineo che si arrampica sulla collina fino al castello si arriva infine alla cinta muraria esterna, con al centro il possente torrione d’ingresso aperto in un arco. Dall’ arco partono due vialetti divergenti che attraversano il semplice giardino-corte d’onore di forma quadrata, interamente circondato dagli edifici di servizio. Dell’antica fortezza rimane molto poco solo il lato d’ingresso del muro di cinta esterno. Il castello infatti era stato distrutto nel 1492 durante le lotte tra i Baglioni e gli Oddi per la supremazia nel territorio di Perugia, pertanto quello che noi vediamo oggi è un complesso militare rinascimentale completamente ricostruito nel XV secolo,con l’aggiunta settecentesca della Chiesa dedicata a San Cristoforo,in sostituzione a quella già presente nella civitella. Nel 1900 circa, il Castello fu ereditato dal figlio di Emanuele Ranieri di Sorbello,il quale riordinò la biblioteca e l’archivio di famiglia. Dal matrimonio con Beatrice di Carpegna non ebbe eredi, per cui adottò il nipote Lodovico (1911 – 67). Nell’agosto del 1950 arrivò dagli Stati Uniti una cugina di Lodovica, Ursula Corning, la quale, incantata dalla località, cominciò a frequentare regolarmente il castello ospitandovi amici e artisti provenienti da ogni parte del mondo. Nel 1992 nacque il Civitella Ranieri Center, quale punto d’incontro per giovani interessati all’arte, alla musica, alla letteratura e alla poesia, finanziato da una fondazione americana. Inoltre la location ricca di storia è l’ingrediente principale del libro scritto da Marilena de Vecchi Ranieri, dove in lingua italiana e inglese ricostruisce la storia di Civitella Ranieri e la intreccia con la storia della famiglia Ranieri.

Civitella Ranieri

Civitella Ranieri

Civitella Ranieri

Civitella Ranieri

Clicca e Vai a Civitella Ranieri Foundation
Clicca e Vai a Civitella Ranieri Foundation

 

Comments are closed.