Itinerario delle Rocche e dei Castelli


 

Una Via immersa nel verde, luogo di incontro e scontro di popoli e culture, ricca di reperti, torri, castelli, simboli e leggende… ripercorrendo le vicende della civiltà longobarda in altotevere, i visitatori italiani e stranieri potranno godere delle sue bellezze paesaggistiche ed attrattive culturali, oltre che gustarne i prodotti enogastronomici e scoprirne le tipicità ed eccellenze produttive.
Muovendosi alla scoperta delle testimonianze storiche antiche lasciate dal popolo longobardo nel territorio altotiberino, in un percorso incantevole ed originale tra resti di antichi castelli, torri d’avvistamento, rocche e panorami stupendi, attraverseremo i luoghi degli originari insediamenti longobardi, lungo il crinale che separa quella che fu la Tuscia Longobarda dalla bella valle del Niccone alla scoperta di un popolo affascinante legato alle vicende della penisola italiana a partire dal VI secolo d.C. e protagonista di un periodo, l’Alto Medioevo, per molti aspetti ancora misterioso.Il tour è pensato in due giornate, consecutive e non; gli itinerari sono percorribili con mezzi di trasporto (ad esclusione di un breve tratto a piedi del percorso) e naturalmente fruibili in direzione inversa;

 

PERCORSO 1

  • Ritrovo con i Sigg. Partecipanti  al Bar il Pino,lungo la provinciale del Niccone, incontro con la guida e partenza per il Sasso di San Donnino ….. da qui arriviamo a Danciano,e la passeggiata permette una visita ai ruderi del Castello dei Marchesi di Monte Corvino, edificato nell’anno 1000 su precedente insediamento longobardo;
il Terzo di Danciano

il Terzo di Danciano

particolare di Danciano

particolare di Danciano

Borgo mandarini e torre san lorenzo

Borgo mandarini e torre san lorenzo

affacciandosi ad una splendida terrazza naturale, si giunge a Chiàntina, una borgata con antico caseggiato signorile insediamento rurale, crocevia longobardo e rotta del brigantaggio.
Passando per l’Altopiano dei Mandarini si procede alla volta della Torre del Mandarini, sorta nell’ anno 100 su antiche preesistenze longobarde, quale sistema di avvistamento e comunicazione.

  • Pranzo al sacco.
  • Si riparte direzione Corgiano, percorrendo un arcaico sentiero di transumanza, incontreremo un palazzotto marchionale, a San Biagio a Colle la torre ed i resti dell’antico castello, borgo e chiesa.
san biagio a colle (1)

San Biagio a colle

chiesa san biagio

Chiesa di San Biagio

 

Cena in un agriturismo.

Rientro verso i luoghi di partenza.

Fine escursione. 

 

 

PERCORSO 2

 

  • Incontro ore 9:00 a San Biagio a Colle, da qui percorrendo un antichissimo sentiero, letteralmente immersi nel verde, giungeremo a Rasina ed ai resti dell’antica Basilica a croce greca, ricchi di mistero, fino alla Rocca dei Marchesi ed alle sue leggende. Ormai affacciati sulla valle del Niccone, l’itinerario permetterà di scoprire la bellezza del castello di Civitella, altro possedimento del ramo secondario dei marchesi del Monte, per terminare in serata sulle colline del Niccone.
civitella

Civitella Ranieri

  • Da qui ritorno al “Bar il Pino” lungo la provinciale del Niccone.

*NB: prodotti tipici umbri e/o rievocazione gastronomica della cucina longobarda; pranzo al sacco in struttura b&b da definire o picnic su pianoro dopo Corgiano.

 

Rientro verso i luoghi di partenza.

Fine percorso.

 Arrivederci al prossimo itinerario.

 

 

PERCORSO 3 DA PIETRALUNGA A VERNA IN MACCHINA O PULLMAN

 

  • Incontro per i Sigg. Partecipanti con la guida ore 8:30 presso Parcheggio Ferri ,via N.Sauro Città di Castello

 

  • Arrivo a la bella Pietralunga :al suo antico Castello quale resti dell’antica fortificazione, costruita in epoca longobarda intorno al VIII secolo d.C., come sede gastaldale e avamposto militare, con torrione pentagonale d’avvistamento e di difesa, comunemente chiamato rocca; al suo Palazzo Comunale, edificato sopra una parte del mastio della fortificazione longobarda, e alle sue tante testimonianze longobarde.
Pietralunga

Pietralunga

  • Il percorso continua con al partenza verso  la splendida Montone : ricca di storia e fascino, quale luogo fortificato a difesa della strada che metteva in comunicazione Perugia con la via consolare Flaminia a Cagli nella guerra tra Bizantini e Longobardi.
Montone

MONTONE

 

  • Pranzo in ristorante tipico montonese.
  • Nel pomeriggio partenza per Umbertide con visita al centro storico.Per raggiungere la città potrete vedere lungo il percorso l’interessante sito archeologico di “Castrum Certalti” (Torre Certalda),antico insediamento di epoca bizantino/longobarda posto al confine degli antichi domini di Città di Castello e Gubbio.
TORRE CERTALDA

TORRE CERTALDA

  • Finita la visita in quel di Umbertide ,durante il percorso verso Verna ci ritroveremo il Castello di Montalto    posto in cima ad una verde collina, che con la sua maestosa torre domina la valle del Niccone. Anticamente fu una fortezza di grande importanza tattica per la difesa di Fratta e per frenare le mire espansionistiche della vicina Città di Castello.
Castello-di-Montalto_medium

Castello di Montalto

  • Inoltre continuando il percorso incontreremo Montecastelli, dove potrete ammirare i resti del Castello medievale al cui interno si trovano ancora tracce di affreschi delle stanze reali, fino ad arrivare alla volta di Verna e all’ Abbazia di S. Cassiano, un’antico monastero di benedettini neri situato lungo la strada vecchia che porta a Città di Castello. La Chiesa conserva intatta la struttura originale con mura in pietre conce miste di pietra serena e calcarea.

 

Rientro verso i luoghi di partenza.
Fine percorso.

Arrivederci al prossimo itinerario.

 

ESCLUSO IL DIRITTO DI RECESSO.

 

Bottega delle Idee Cultura & Turismo.

Trestina 06018 Città di Castello (PG)

tel. 3286326117

bottegadelleidee.ct@gmail.com

 

Comments are closed.