Itinerario Francescano Religion Itinerary


Spiritualità francescana


Non è facile sintetizzare in poche battute tutta la ricchezza e la profondità di un’ esperienza di santità tra le più grandi di tutti i tempi.
Francesco ha avuto una personalità talmente ricca che è difficile riassumere la sua spiritualità in poche righe, infatti noi ci limiteremo a focalizzare la vostra attenzione nei luoghi Altotiberini cari al Santo, dove potrete ritrovare i fondamenti del suo pensiero come la preghiera e la meditazione oltre che immergervi nelle sensazioni da lui vissute, date da questi luoghi mistici pieni di sacralità.

images (1)

 

SANSEPOLCRO

  • Eremo di Monte Casale: Il Convento di Monte Casale fu costruito sulle rovine di una fortezza preesistente, della quale si conservarono l’ospedale e l’ospizio per i pellegrini, concessi ai benedettini. Nel 1212, la costruzione fu donata a San Francesco. All’interno troviamo conservato il letto del Santo, rappresentato da un semplice blocco di roccia. Alla presenza di San Francesco è legato anche l’aneddoto della conversione dei due ladri, dei quali il Convento conserva ancora i resti.
Chiesa Eremo di Monte Casale

Chiesa Eremo di Monte Casale

Interno Chiesa di Monte Casale

Interno Chiesa di Monte Casale

 

CITERNA 

  • Altra Chiesa dedicata a Francesco,si trova a Citerna e sorge a fianco del Palazzo Comunale, con il Convento, il Chiostro e una grande Cisterna.In questa località si verifica un simpatico episodio della vita del Poverello quando San Francesco vi arriva nel 1214 un gran numero di persone vuole sentirlo predicare cosicche si è costretti a andare in aperta campagna. Francesco si appoggia a una quercia, la quale però è piena di formiche: In nome diDio, egli comanda a loro di andare via e le bestiole miracolosamente ubbidiscono.Un altro racconto narra che mentre Francesco predica una donna , suonando il cembalo non gli permette di farsi ascoltare dalla folla. Ammonita dolcemente, la donna non smette cosicché Francesco dice: “ Pigliao Diavolo piglia ciò che è tuo”.La misera donna elevata in aria non è vista più da nessuno.

Chiesa di San Francesco- Citerna

 

CITTA’ DI CASTELLO  

  • A Città di Castello si può visitare la Chiesa di San Francesco.La Chiesa costruita in stile gotico accoglie la copia del dipinto di Raffaello “Lo Sposalizio della Vergine”, il cui originale si trova nella biblioteca di Brera.L’ opera “L’incoronazione della Vergine“ di Giorgio Vasari è posta nell’ Altare maggiore della Cappella Vitelli, anch’ essa dello stesso artista.
raffaello_sposalizio

Sposalizio della Vergine – Raffaello

 

 

 

  • Eremo di Bonriposo
Veduta Eremo di Bonriposo

Veduta Eremo di Bonriposo

Immerso nelle colline verdi di Città di Castello si trova il luogo di passaggio preferito da San Francesco dove si ritirava per pregare, meditare e anche per sfuggire agli sguardi indiscreti di chi voleva vedere le sue stimmate.Qui esisteva già un “romitorio”, costituito da alcune grotte naturali, che fungeva da rifugio adatto alla preghiera e alla vita contemplativa.Il primitivo Romitorio era formato da alcune grotte, che sono state nascoste dalla costruzione dell’Eremo francescano. Attualmente è accessibile ai visitatori soltanto quella soprannominata la “Grotta del Diavolo”. Qui, infatti, secondo la leggenda, San Francesco in preghiera è stato ripetutamente “tentato” da apparizioni demoniache. Il luogo, chiamato Santa Croce di Nuvole, sembra abbia acquisito la denominazione attuale di Buonriposo, dalle parole dello stesso S. Francesco, che, quando si fermava per riposarsi un pò in quella pace, era solito esclamare: “Oh, che buon riposo”.

 

 

 

PIETRALUNGA

  • E’ una tappa importante dei frequenti pellegrinaggi di Francesco da Assisi a Gubbio e alla Verna, dato che, attraverso Pietralunga, passava un’importante strada medievale che collegava il versante adriatico a quello tirrenico. Secondo la tradizione, San Francesco è solito pernottare in una pieve poco lontana dal centro della città, dove in seguito si forma un romitorio di frati minori e dove oggi sorge il Santuario della Madonna dei Rimedi.
Santuario Madonna dei Rimedi

Santuario Madonna dei Rimedi

  • Pieve dè Saddi:è edificata nel luogo in cui, secondo la tradizione, avviene il martirio di San Crescentino, soldato romano del IV secolo, decapitato sotto l’imperatore Diocleziano per aver abbracciato la religione cristiana. Con un bel campanile a vela, è divisa in tre navate ed è chiusa nella parte posteriore da un’ abside poligonale; sulle pareti, tra gli intonaci, è possibile intravedere le tracce di un’ antica decorazione pittorica. La cripta, al di sotto dell’ edificio, ospitava le spoglie di San Crescentino, poi traslate ad Urbino. Una torre del IX secolo senza merlatura, con una struttura tipicamente difensiva, chiude sul davanti la costruzione. L’ edificio appartenne nel XVI secolo alla famiglia Vitelli, mentre ora è un bene di proprietà della curia vescovile di Città di Castello.
Pieve dei Saddi

Pieve dei Saddi

 

MONTONE  

  • Altro convento e chiesa si trovano a Montone.La Chiesa reca al suo interno frammentari affreschi di Antonio Alberti da Ferrara,raffiguranti le storie di Francesco.Qui sorge anche il Monastero di clausura delle Clarisse Urbaniste di Santa Cecilia.
Chiesa_SanFrancesco_Montone

Chiesa SanFrancesco- Montone

 

 UMBERTIDE

  • Nel comune più a Sud dell’Alta Valle del Tevere si possono visitare la Chiesa, dedicata al Santo, con facciata in conci e portale ad arco trilobo e il Convento edificato nel 1300.
Chiesa San Francesco - Umbertide

Chiesa San Francesco – Umbertide

Chiesa San Francesco - Umbertide

Chiesa San Francesco – Umbertide

 

 

 

        Arrivederci al prossimo itinerario

 

Bottega delle Idee Cultura & Turismo                                                                             

 Trestina 06018 Città di Castello (PG)

tel. 3286326117

 

percorso francescano ing retro

bottegadelleidee.ct@gmail.com                                                                                                                   ESCLUSO IL DIRITTO DI RECESSO 

 

Comments are closed.